La produzione

La produzione

La produzione: dal briefing alla finitura

In ogni paio di occhiali c'è un racconto di stile unico fatto di tanti capitoli. 


È un racconto che vede protagonisti tanti professionisti diversi, che si incontrano con le loro expertise: i licenzianti, i designer Marcolin Group, la sezione di ricerca materiali e il dipartimento tecnico e di sviluppo prototipi. 


È soprattutto un racconto che parla di qualità, eccellenza e passione. Perché a partire dall'idea fino alla realizzazione finale, tutti gli elementi sono curati nei minimi dettagli per produrre occhiali desiderati e ammirati in tutto il mondo.

1

Ideazione

Nelle prime fasi creative per lo sviluppo di un nuovo modello, l'obiettivo comune fra designer Marcolin Group e licenziante è quello di trarre ispirazione da vari mondi per creare un risultato all'avanguardia, in grado di intercettare le tendenze più attuali e rielaborarle in un'ottica sempre innovativa. Si guarda alla moda, all'architettura, al design e si comincia a produrre idee.

2

Design

La fase di design è estremamente importante per arrivare a un risultato che rispecchi stile ed elementi iconici del brand. Tutto il processo vede la stretta collaborazione fra il licenziante e il team di design Marcolin Group che sviluppa varie ipotesi di modelli in bozza per poi elaborare uno sketch finale coerente con la linea e il linguaggio visivo del brand. Così si arriva a un risultato che esprime alla perfezione l'eccellenza produttiva e la sviluppa con un'innata vocazione fashion.

3

PROTOTIPIA

Dopo la realizzazione dello sketch si arriva alla fase di prototipia. Per ogni nuovo prodotto il team di sviluppo prototipi produce un oggetto fisico: viene così abbozzata una prima collezione di montature. Già in questa fase, il lavoro degli artigiani si sviluppa all'insegna della massima precisione e cura per i dettagli. Poi, una volta che i prototipi hanno ottenuto l'approvazione definitiva sia da parte di Marcolin Group che del licenziante, vengono preparati i disegni tecnici dettagliati. Questi avranno la funzione di progetti master, divenendo linee guida per il fondamentale controllo di qualità lungo l'intero processo produttivo certificato.

4

Materiali

I materiali utilizzati nelle collezioni sono diversi e, ogni anno, designer e licenzianti lavorano insieme per introdurre novità importanti in questo ambito, ricercando sempre la massima qualità.

Vengono utilizzati fogli di acetato con dimensioni e spessori che variano in funzione delle esigenze specifiche di ogni modello di occhiali. I materiali impiegati per le montature spaziano dal monel al nickel, fino all’acciaio.

Per ottenere effetti particolari, Marcolin Group usa materie selezionate e particolari, quali legno, diamante sintetico e pelle, con cui realizza gli elementi di finissaggio. Le lenti possono essere in CR39, nylon o cristallo. Vengono tagliate e montate in un dipartimento dedicato che ha a disposizione un’ampia gamma di colori, spessori e opzioni di rifinitura.

5

Produzione

Nel settore dell’occhialeria, Marcolin Group vanta tre diversi processi produttivi: montature in metallo, montature in acetato e finissaggio. Ogni settore è dotato di macchine automatiche di alta precisione, centri di lavoro a 5 assi per la fresatura di frontali lenti e componenti e macchine semiautomatiche. Questo importante equipaggiamento tecnologico è valorizzato dalla maestria di artigiani specializzati che, grazie alle loro conoscenze, garantiscono che ogni singolo dettaglio si traduca in un elemento distintivo dell’occhiale prodotto.

La fabbricazione di un paio di occhiali prevede sessanta fasi diverse e il lavoro di mani esperte capaci di assicurare che i materiali e l’esecuzione superino i controlli di qualità di ogni singolo step produttivo.

La vita delle montature di metallo comincia dal materiale grezzo: un semplice filo metallico che prende forma nella apposita avvolgitrice. Il frontale viene saldato manualmente in diverse fasi agli altri componenti di metallo, quali i cerchi che contengono le lenti, le aste e i supporti su cui vengono posizionati i naselli. La montatura di ciascun paio di occhiali viene assemblata pezzo per pezzo. Questi primi componenti sono quindi pronti per la fase di burattatura. Le superfici metalliche vengono lucidate e poi messe a colore con un trattamento galvanico e protettivo, oppure con vernici per ottenere i colori e gli effetti richiesti.

Le montature in acetato nascono sotto forma di fogli di acetato di differenti spessori, colori e composizioni. Prima di essere preparati con lo spessore necessario da apposite macchine, questi fogli vengono tagliati in liste con cui vengono realizzate le aste, e in listelli più piccoli con cui vengono fabbricati i frontali. La fase successiva prevede l’invio del listello in acetato al reparto CNC, dove macchinari di precisione fresano i frontali nelle varie forme e dimensioni.

La fase seguente è prettamente manuale. Tecnici esperti nelle diverse fasi personalizzano il prodotto attraverso lavorazioni manuali e meccaniche sottoponendo i materiali a variazioni sequenziali di temperatura. I prodotti semifiniti sono ora pronti per il processo di burattatura. Questo processo è basilare, per ottenere un prodotto finito di alta qualità. La lavorazione dei frontali   in acetato per gli occhiali da vista e di quelli per gli occhiali da sole prevede quattro fasi separate eseguite da macchine dedicate, in cui viene utilizzata una miscela di piccoli pezzi di legno di betulla e di faggio, oli per levigatura e polveri abrasive, con cui si ottengono sagome ben levigate e superfici lucide.

Le liste per le aste vengono sagomante nelle forme desiderate e vengono preparate per essere inviate alla fase successiva che prevede l’inserimento dell’anima di metallo all’interno delle sagome in acetato. Una macchina specializzata riscalda il metallo, portandolo a temperature molto elevate che garantiscono il perfetto inserimento nell’acetato. Una volta che l’anima di metallo è stata inserita, si procede con la personalizzazione delle aste secondo i progetti di design. La personalizzazione avviene mediante fresatura effettuata su macchine CNC e con la successiva applicazione di dettagli, quali loghi o elementi caratteristici. Quest’ultima fase viene interamente eseguita all’interno dell’impianto di produzione di Marcolin Group. Le aste, dopo essere state pulite e lucidate in fase di burattatura, sono pronte per essere assemblate con il frontale. Nella fase finale, le aste e il frontale vengono fresati con una macchina semiautomatica e vengono preparati per essere assemblati fra loro.

Tecnici appositamente formati levigano entrambi gli elementi con tele abrasive, per ottenere l’integrazione perfetta fra metallo e acetato. A questo punto le montature sono pronte per passare alla fase di pulitura e brillantatura nelle quali manualmente vengono trattate con apposite paste e fatte passare attraverso un disco in tessuto che conferisce loro una lucidatura a specchio.

6

FINISSAGGIO

La fase produttiva finale è sempre quella del finissaggio, in cui artigiani di grande esperienza nell’inserimento dei dettagli lavorano fianco a fianco con macchine hi-tech per il taglio di lenti. Gli specialisti vengono formati in tutta una serie di ambiti che consente loro di lavorare un’ampia gamma di prodotti con specifiche differenti, garantendo sempre un livello eccezionale di controllo della qualità del prodotto finito. Il lavoro di finissaggio spazia dall’aggiunta di dettagli, diamanti sintetici e legno, alla personalizzazione dei terminali delle aste che vengono assemblati con colle speciali o processi meccanici. I terminali, infatti, possono essere realizzati con vari materiali e assumere diverse forme e dimensioni. Anche l’operazione di incisione a laser viene eseguita in questa fase su richiesta del licenziante, mediante laser gestiti da operatori che poi procedono manualmente alla colorazione dell’incisione realizzando tutti gli effetti particolari richiesti dal prodotto.

Al termine dell’intero processo ha luogo la fase di registratura. Tutti i componenti delle montature per occhiali da vista e occhiali da sole, dalle superfici alle lenti, vengono controllati pezzo dopo pezzo. Durante questa fase viene garantita anche la calzata degli occhiali. In ultimo, ogni singolo pezzo viene preparato per la vendita e confezionato nel packaging specifico di ogni brand.