eye on style

eye on style

La moda è leggera, fluida, sensibile ai cambiamenti, scorre veloce come la società liquida descritta dal grande filososofo e sociologo Zygmunt Bauman, che nella sua analisi, ci mostra come leggere e come andare oltre i comportamenti quotidiani.
La capacità di comunicare agli altri chi siamo, richiede la scelta di uno stile, di una perfetta individualità, attraverso l’adesione ad abiti ed accessori che ci fanno sentire speciali, capaci di attivare un cambiamento voluto, continuo e costante.
Grazie alla moda possiamo reinventarci ogni giorno e cambiare la nostra identità.
Compriamo moda per sentirci unici, diversi dagli altri e nello stesso tempo per sentirci appartenenti ad un gruppo. Gli oggetti che possediamo e che esibiamo nella vita reale o sui social ci fanno sentire migliori o uguali agli altri.
La moda seduce, crea desiderio e appena soddisfatto un desiderio, se ne presenta puntuale uno nuovo.
Ad ogni cambio di stagione sentiamo forte il desiderio di cambiare. Senza alcun dubbio, la moda contribuisce ad alimentare la nostra felicità e la nostra autostima.

Sul concetto di mondo liquido è incentrato il film del 2016 Personal Shopper, diretto dal Regista Olivier Assayas, con protagonista Kristen Stewart: un film sull’invisibilità, o meglio sul contrasto tra ciò che si crede di vedere (nel quotidiano, nella comunicazione, nell’assordante affermazione di se stessi) e ciò che accade lontano dalla nostra percezione e sotto l’incessante martellamento di notifiche, social, alter ego digitali.
Nel film Maureen è una giovane donna americana, che come personal shopper ha l'incarico di scegliere i vestiti ideali, per una star esigente di nome Kyra. Maureen ha anche il dono di comunicare con gli spiriti e attende sempre un segno, che arriva puntuale come SMS e da uno sconosciuto.:-)

In questo appuntamento virtuale con Marcolin Eyewear, non ci sarà una comune  personal shopper ad accompagnarvi negli acquisti on line o a decidere per voi cosa indossare. La vostra Personal Shopper sarà la guida emozionale di un tour d’ispirazione tra meravigliosi brand Eyewear a cui aderire. L’oggetto dei vostri desideri sarà infatti un bellissimo paio di occhiali, indispensabile per definire un outfit e per sentirsi a proprio agio in tutte le occasioni. Questa guida speciale, a supporto delle vostre scelte Eyewear, riceverà costanti ed inequivocabili segni dal mondo della moda, per migliorare la vostra immagine o crearne una nuova, attraverso consigli di stile Eyewear orientati ad originali mix&match, senza mai perdere di vista le vostre caratteristiche estetiche. 

Negli ultimi anni la diffusione di una cultura sempre più attenta alla celebrazione dell’individualità, ha trasformato l’occhiale da ausilio visivo a splendido accessorio, promuovendo la buona visione nell’opportunità di beneficiare dell’accattivante visione che gli altri hanno di noi. Ecco perché nel favoloso gioco della comunicazione, disciplina in cui tutti dovremmo eccellere per essere vincenti, gli occhiali rappresentano l’accessorio che notiamo prima di un paio di scarpe, di una cintura o di una borsa. Il primo incontro con l’interlocutore è quello con gli occhi e di sicuro se gli occhi non sono ben vestiti, è molto peggio che non esser vestiti bene.
Sono tante le argomentazioni che possono essere prese in considerazione per scegliere un paio di occhiali, ma nessuno può ricercare gli occhiali ideali senza conoscere il proprio problema visivo, che certamente influenza la scelta della montatura. Una persona fortemente miope, ad esempio, dovrebbe scegliere occhiali piccoli, dalla forma tondeggiante come il pantos, che rappresenta un trend ormai tanto apprezzato, quanto affermato.

Anche per questa stagione, gli occhiali tondi dominano la scena e se fino a qualche anno fa associare la forma tonda al piccolo Harry Potter, il maghetto tormentato dai turbamenti della sua adolescenza, riusciva a dissuadere gli insicuri, oggi la sete di innovazione entusiasma al punto di desiderare gli occhialini di Steve Jobs, per conquistare un’immagine intellettuale e sofisticata. E così il pantos in nella vita comune, lascia anche spazio a robusti o leggeri acetati che ammiriamo sui red carpet, come l’accessorio indossato dalle celebrities. Questi occhiali, che valorizzano i volti dai tratti più squadrati, ingrandiscono gli occhi piccoli e regalano volume alle labbra sottili.

Le collezioni Web Eyewear propongono in modo continuativo il pantos, anche nel mix di materiali e i fantastici modelli in acetato, retro’, sono un vero basic da indossare in tutte le occasioni di vita quotidiana, che puo’ trasformarsi anche in occhiale da sole graduato o utilissimo fotocromatico, con lenti che si scuriscono a seconda dell’intensità della luce.

Tuttavia, il pantos non è l’unica alternativa interessante e per un’ottimale visione da lontano. Anche il puffy di Moncler, il modello dalla forma morbida, che trae ispirazione dai piumini icona, diventa un occhiale performante e stiloso. Si presenta come la perfetta combinazione tra acetato spesso (più leggero del normale) e acetato morbido (vaporoso). Performante e accattivante, con aste bicolore, il puffy nero, particolarmente interessante su incarnati freddi e intensi, (per intenderci alla Demi Moore), esprime unicità con lenti cosmetiche dai colori più contrastanti, che in nuance sfumata leggera o in tonalità media monocolore, può essere indossata in ufficio oppure in occasione di un pomeriggio di shopping, a condizione che la giornata sia poco assolata e che non sia dunque necessario proteggersi dai raggi UV con una lente più scura. Indossato con jeans, sneakers, giubbino in pelle o piumino nella stagione fredda e perché no…in abito fitting black e tacco alto, il puffy regala un look senza tempo, senza rinunciare all’unicità dei dettagli.

Chi desidera invece essere super trendy, non può non inserire nel proprio #guardarobaocchiali, Atticus di Tom Ford, il modello più cool Autunno Inverno 2018-2019 ispirato al personaggio interpretato da Gregory Peck nel film “Il buio oltre la siepe” e considerato il più grande eroe del cinema americano. Atticus presenta due trend in un unico paio di occhiali da sole: forma boxy, super squadrata, dalle geometrie molto bold e anima goggle da sci, che avvolge il tempiale. Se la scorsa stagione bastava per essere alla moda, indossare semplici geometrie rappresentate da occhiali rettangolari, esagonali e quadrate, sappiate che per la stagione in corso sarete in voga solo con forme squadrate poco convenzionali e la moda del goggle arriva nella stagione giusta, per riparare gli occhi non solo dal freddo, ma anche dal vento e dalla polvere. Un modello maschile apprezzato anche dalle donne più audaci, che si presenta con lenti super mirror. Atticus valorizza i volti più lunghi e non passa inosservato sui volti tondeggianti poco slanciati, per le proporzioni esagerate.

L’autunno/inverno 2018-2019 si veste di geometrie che hanno l’aspetto di vere e proprie architetture: le troviamo in tutti gli accessori e anche nell’abbigliamento, come ad esempio nell’originale design di giacche, da indossare nelle occasioni più speciali.  Alcuni stilisti dello star system, ma anche diversi brand diffusion, lanciano le boxy bags e a giudicare dal gradimento, questa tendenza sembra già conquistare importanti adesioni.

Ma le novità non sono finite e per chi desidera rinnovare il proprio guardaroba occhiali, Marcolin Eyewear ha pensato anche alle donne sparkling, che sorridono davanti ad un piacevole bling-bling e che amano luccicare per splendere di luce propria. La fredda stagione invernale è caratterizzata dagli ornamenti e da tutto quello che fa scena intorno alla testa: cappellini, turbanti, acconciature barocche, orecchini e collane usate come elementi decorativi del capo. Avete presente Maria Antonietta ai tempi di Versailles? Bene…la sua esuberanza, esplosa dopo la morte del coniuge, il Re Luigi XIV, passò da uno stile barocco, bizzarro e sfarzoso, ad uno stile rococò, più frivolo e ostentato. Il rococò sfarzoso ed elegante, ricco di ornamenti e decorazioni arabesche, è un trend che trova interpretazione singolare in Swarovski.

Il brand che produce l’Eyewear in casa Marcolin, propone questa tendenza rendendola visibile sulle sfaccettature di molti modelli. L’effetto  glitter si è trasformato in giocosa armonia di pietre che caratterizzano le superfici di occhiali strepitosi. Sulla collezione Atelier, le maschere presentano veri e propri ricami e l’occhiale diventa merlettato.

Must have della stagione in corso, è proprio quello che gli inglesi chiamano “blinged out shades” e propone il tema dell’ “embroidering”, e cioè del ricamo. Molti stilisti propongono questa tendenza su abiti e accessori, come scarpe e borse: non poteva davvero mancare sull’occhiale, da indossare con outfit minimal per farsi notare o con un look più elaborato e stravagante, per accendere i toni di una piacevole drammaticità in chiave straordinariamente femminile.
Un’occasione wedding, una giornata in cui è richiesta esclusiva eleganza, o un sabato pomeriggio rilassante in città, può essere il momento giusto per indossare un paio di occhiali così speciale, da rendere speciale ogni momento. Il viola si sposa bene con tutte le tipologie cromatiche, dalla bionda alla bruna, passando per le tonalità più ramate dei capelli. La mascherina chic con lenti tendenti all’apricot rendono ancora più sofisticata l’immagine delle bionde, mentre il modello bronzo merlettato con pietre color champagne, presenta una declinazione di colore decisamente più universale.

Intanto l’autunno prende forma e tutto diventa intenso, dai colori della natura ai ritmi di lavoro e di vita. E’ il momento delle metamorfosi e con gli occhiali giusti, sarà più facile sentirsi diversi e vedere le diversità. Perché risiede nella diversità la vera, intramontabile bellezza.


Progetto Marcolin in collaborazione con Angelica Pagnelli.