cambio lingua

Seleziona la lingua desiderata

Error label*

Photo: Press Office

Tell me a story

Back to stories

about

Un viaggio che parte da un'idea

Nel ciclo produttivo di un oggetto ci sono aspetti destinati a restare invisibili. Ma sono anche quelli che lasciano il segno più incisivo. Per scoprirli, siamo entrati nell’Ufficio stile prodotto di Marcolin.

di Redazione

Il valore del pensiero

A parte pochissime eccezioni, oggi gli occhiali non vengono più realizzati in materiali rari e preziosi. Ma il loro valore va oltre la concretezza di questo aspetto: a fare la differenza è il processo creativo. Cioè quella fase di lavoro invisibile, per certi versi impalpabile, in cui un pensiero si trasforma in un bozzetto e poi in un disegno chiamando in gioco l’esperienza, le ore di lavoro, l’attenzione maniacale ai dettagli. Comincia così il viaggio che porterà alla realizzazione di una nuova montatura, contriuendo a offire una precisa visione del mondo. È questo il patrimonio immateriale che sempre sta dietro il processo creativo di una nuova montatura, come sanno all’ufficio stile di Marcolin. Un modo di lavorare affine a quello di alta ingegneria del mondo del gioiello.

Ciascun marchio ha valori propri, una storia precisa e muse ispiratrici diverse.

Occhiali come gioielli

È proprio dal mondo della gioielleria, dove anche il più piccolo dettaglio -vista la preziosità dei materiali- deve essere curato con la massima attenzione, che si prende ispirazione per aggiungere valore a un occhiale. Come, per esempio, l’inserimento di piccoli segni “sbagliati” che possono cambiare la rifrazione, creare chiaroscuro, spezzare la perfezione di un’asta. Piccoli interventi che fanno uscire un oggetto esce dalla serialità e gli regalano un’unicità molto umana e, dunque, un valore più grande. Dettagli non da poco. Perché è perfino nei piccoli gesti come scegliere un paio di occhiali che riveliamo quanto valore diamo a noi stessi.

 

Gli aspetti emotivi

Pensare a una nuova collezione, infatti, significa tenere conto di tantissimi aspetti. A partire dalla calzabilità, perché un occhiale deve essere, prima di tutto, confortevole. Allo stesso tempo, però, si tratta di un oggetto particolare, che viene sempre scelto seguendo il cuore, la parte più emotiva. E che, incorniciando lo sguardo, comunica qualcosa di noi al resto del mondo. La cura che, in fase creativa, si riesce a mettere nei dettagli, dunque, è proprio l’ingrediente che può toccare quei sensi e quelle emozioni, perché trasmette l’anima, il valore delle licenze con cui un’azienda come Marcolin lavora. A ogni nuova collezione, insomma, la sfida è quella di innovare toccando nuove corde sensoriali ed emotive, restando però fedeli al carattere di ogni brand: ciascun marchio ha valori propri, una storia precisa e muse ispiratrici diverse. Tutti aspetti da conoscere bene e seguire con molta attenzione.

  • Tell me a story about Back to work

    Il vero inizio dell’anno? Settembre. Quando, ricaricati dalla pausa estiva, ancora abbronzati ma con un’agenda già piena di impegni, torniamo in ufficio. È questa l’occasione giusta anche per aprire il guardaroba e ripensare ai diversi outfit, dalle giacche ai pantaloni, dagli abiti fino agli accessori, che indosseremo in ufficio, a un meeting o in un viaggio d’affari. Inclusi, perché no, gli occhiali da vista. Un accessorio che è un vero e proprio dettaglio di stile, qualcosa che – indossato ogni giorno – finisce per diventare parte della nostra identità. Che però, ed è il bello della vita, ogni anno si rinnova e trasforma. Qui tre modelli perfetti per tre stili diversi.

    di Redazione

  • 3 questions to With Valtteri Bottas 

    Tra una pausa e l’altra, sul filo di lana di una delle competizioni più adrenaliniche al mondo, abbiamo incontrato il pilota finlandese di Formula 1, Valtteri Bottas, dal 2022 saldamente a bordo di Alfa Romeo F1 Team. Abbiamo colto l’occasione per scoprire qualcosa di più su di lui, ambassador della nuova capsule collection Web Eyewear, in edizione limitata, nata dalla partnership con Alfa Romeo

    di Redazione

  • Tell me a story About La forma del viso

    Ovale, tondo, quadrato, a triangolo. Secondo il metodo di Arianna Foscarini è possibile determinare l’occhiale perfetto per ogni viso. Il segreto sta nell’unione tra tecnica, estetica e personalità.

    di Redazione